Due per tre fa… Cinque! Franchising No+Vello

Tempo di lettura: 3 min

Indice

La parola all’affiliato. Un franchisee si racconta: sogni, progetti, aspettative e difficoltà per realizzare un’impresa in affiliazione. Marco Lucci e Daniele Violoni Franchising No+Vello a Porto S. Giorgio (Fm), Ancona, Pesaro.

Ovvero il business che sovverte l’aritmetica: due soci per tre negozi di successo e con la prospettiva di aprirne altri due. Succede, quando buoni affiliati incontrano un buon franchisor.

Porto San Giorgio, Ancona, Pesaro. Tre negozi a marchio No+Vello aperti nel giro di meno di due anni.

È il risultato (per il momento) del sodalizio tra Marco Lucci, 37 anni, e Daniele Violoni, 33 anni, marchigiani doc.

È Marco a iniziare il racconto. «Provengo da una famiglia di autotrasportatori. La scelta di ampliare i miei orizzonti professionali deriva da due fattori principali. Il primo è la mia indole, che mi rende curioso e aperto a nuove sfide. A questo si aggiunga la necessità di mettere in piedi qualcosa per il futuro, dal momento che il settore autotrasporti oggi segna un po’ il passo e non è chiaro cosa ci riserva il domani».

Diverso il settore, ma motivazioni simili per Daniele: «La mia famiglia possiede un’avviata azienda in campo edilizio, in particolare nelle demolizioni controllate. Ma ho sempre avuto una certa inclinazione per la ricerca di strade diverse e, tra l’altro, mi occupo da qualche tempo di network in campo benessere. Anch’io sentivo la necessità di diversificare e il franchising per me è la soluzione ideale, tanto che ne ho avviato anche uno per conto mio nel settore street food».

Dato che è stato Marco ad aprire il primo punto vendita (Porto San Giorgio), tocca a lui spiegare la scelta di No+Vello.

nomasvello negozi franchising marche

«In realtà all’inizio avevo scelto un settore totalmente diverso, puntando su uno dei più noti marchi di yogurterie. La mia idea era quella di entrare in un campo di facile gestione, senza necessità di particolari competenze e mi sembrava la strada giusta. Avevo già in pratica sottoscritto l’accordo al Salone Franchising Milano, con il progetto di aprire la yogurteria in Brasile raggiungendo lì la mia ragazza, appunto, brasiliana. Purtroppo il progetto è naufragato a causa dei dazi troppo pesanti sui prodotti alimentari imposti dal Brasile. Proprio mentre mi trovavo al Salone per l’accordo mi ero fermato, più che altro per curiosità, a fare due chiacchiere con i responsabili di No+Vello e avevo lasciato i miei recapiti. Così, una volta rientrato in Italia, mi hanno contattato e… che dire? Mi hanno convinto».

È la volta di Daniele, che ci racconta come si è unito a Marco nell’impresa. «Ho iniziato come cliente del centro di Porto San Giorgio e il mio punto di partenza è stata la soddisfazione per la qualità dei trattamenti. Da lì abbiamo iniziato a parlare della possibilità di lavorare insieme, unire le forze e fare società. Tanto mi piaceva l’idea che il risultato è stato l’apertura del secondo negozio, quello di Ancona, nel 2014».

Marco, come ha vissuto l’avviamento del primo negozio? «Con qualche ansia, poiché il settore era per me totalmente sconosciuto. Ma è passata presto, perché il supporto è stato talmente efficace che nel giro di tre mesi abbiamo aperto. Mi hanno aiutato anche nella ricerca del personale, un aspetto basilare, e come risultato oggi abbiamo ottime collaboratrici».

Daniele, qual è il suo bilancio a oggi? «Sono molto soddisfatto. Se posso dare un piccolo suggerimento, mi piacerebbe che venisse un po’ migliorata la logistica per la consegna dei prodotti, che ci ha dato qualche problemino, ma nel complesso va tutto molto bene, tanto che stiamo progettando di aprire altri due centri tra Romagna e Marche».

Conclude Marco: «Sono d’accordo, bravissimi loro, ma anche noi ci diamo da fare. Siamo molto attivi nelle promozioni. Solo per dirne una, il finto gorilla con la scritta “Peli superflui? Ci pensiamo noi!” che abbiamo fatto girare tra la gente a una manifestazione. Un successone, che ci ha fruttato addirittura un articolo sul Resto del Carlino».

Visualizza la scheda franchisor di No+Vello