La Caveja Piadinerie in franchising: tutto il gusto della Romagna in un business di successo

Tempo di lettura: 4 min
La Caveja Piadineria Franchising

Indice

Ecco perché aprire una piadineria in franchising La Caveja

La Caveja piadineria franchising, da Trieste a Catania, con la sua piadina romagnola, leggermente rivisitata per essere più morbida e digeribile, conquista i palati di tutta Italia. La storia di un business nato dalla nostra tradizione culinaria

La Caveja Piadineria Franchising Ristorazione Veloce: la storia

La Caveja piadineria franchisingFesteggia 20 anni la piadina di La Caveja, ma a ben vedere le sue origini sono ancora più lontane e affondano in quella che è la rinomata tradizione culinaria romagnola.
Nasce infatti nel 1997 la prima piadineria con l’insegna La Caveja, grazie all’idea di Mirco Coco che, ancora molto giovane, dopo aver concluso il servizio militare, decide di trasferirsi da Forlì a Como portando con sé tutta la tradizione familiare nella produzione di piadine. È infatti nel negozio degli zii che Mirco impara a preparare personalmente le gustose piadine che diventeranno le protagoniste del suo fortunato business. Per il suo negozio sul lago Mirco sceglie però un nome che rimanda senza ombra di dubbio alle sue origini: La Caveja, uno dei simboli della Romagna. Caveja infatti è la traduzione dialettale del perno, o cavicchiolo, spesso decorato con anelli e immagini allegoriche, parte del giogo utilizzato per l’aratura con vacche e buoi.

La Caveja Piadineria Franchising: le ragioni del successo

La prima piadineria La Caveja di Como è un successo, il suo segreto: una sfoglia unica preparata secondo la tradizione romagnola, ma sostituendo lo strutto con la margarina vegetale, una variazione che rende la pasta più morbida, più leggera e più facilmente digeribile. In tre anni i punti vendita La Caveja a Como diventano tre sino ad arrivare, nell’anno 2000, a pensare un’espansione del marchio in maniera più strutturata attraverso lo sviluppo di una rete in franchising.

La Caveja Piadineria Franchising Ristorazione Veloce: un business che punta lontano

Oggi La Caveja conta 9 punti vendita a gestione diretta e circa 40 negozi in franchising distribuiti su tutto il territorio nazionale, da Trieste a Catania. In tutte le piadinerie La Caveja è servita la caratteristica piadina senza strutto, preparata nel reparto produttivo di Predappio (Fc) e da lì distribuita in tutti i punti vendita attraverso un sistema di logistica molto ben strutturato, che distribuisce anche tutta una serie di materie prime di primissima qualità (raccolte all’interno del grande magazzino presente nella sede di Como) per la realizzazione della perfetta piadina La Caveja.

Ma il network franchising ha mire molto più ampie: esportare il proprio business anche oltreconfine. Ed è all’interno di questo progetto che si inserisce la partecipazione alla prossima edizione dell’evento Bellavita Expo che si terrà ad Amsterdam dall’8 al 10 gennaio 2018, il più grande evento promozionale del food and beverage Made in Italy.

Contatta questo marchio in franchising. Visualizza la scheda franchise di La Caveja e compila il form per ricevere gratuitamente maggiori informazioni.

Franchising La Caveja

 

La Caveja Piadineria Franchising: quando la tradizione incontra l’innovazione

In questi anni La Caveja, infatti, parallelamente all’aperura di nuovi punti vendita, ha intrapreso un percorso di sviluppo che ha toccato tutti gli aspetti dell’attività: dal marketing alla logistica, dall’amministrazione alla produzione. Obiettivo: diventare un marchio riconoscibile attraverso la creazione di un’immagine coordinata e soprattutto di un prodotto unico di altissimo livello qualitativo. Proprio relativamente al marketing e alla comunicazione, le novità che il franchising piadineria La Caveja ha in serbo per i suoi affiliati e per i suoi clienti sono davvero tante.
Oggi si sa, parlare di comunicazione senza contemplare gli strumenti che il mondo del Web ci offre è a dir poco anacronistico. Ogni nostro desiderio, che sia un viaggio, uno spettacolo di teatro o la voglia di gustare qualcosa di particolare passa dalla ricerca online ed è proprio sulla comunicazione digital che La Caveja ha deciso di puntare.

In occasione dell’evento Bellavita Expo di Amsterdam, la Caveja infatti lancia online il nuovo sito web. Il sito prevederà una parte istituzionale con la presentazione del marchio, la sua storia, i suoi prodotti, una parte dedicata all’affiliazione franchising e una dedicata all’e-commerce. Sì, perché il Web ci sta viziando e mentre prima eravamo tutti disposti a fare due passi in più per dare sfogo ai desideri del nostro palato, oggi, con un paio di clic, abbiamo chi bussa alla nostra porta, di casa e dell’ufficio, con una bella confezione di ciò che più ci piace. E

La Caveja non poteva non prender parte a questa rivoluzione, decidendo di essere presente là dove il proprio target lo richiede: su strada, ma anche nell’ambiente virtuale.
Parte di questa strategia è anche la realizzazione della nuova piattaforma di digital e mobile marketing che La Caveja metterà a disposizione dei propri punti vendita affiliati: uno strumento in grado di favorire la raccolta di contatti, come di generare coupon o campagne geolocalizzate, per raggiungere nuovi clienti nella propria zona e fidelizzare quelli già acquisiti tramite i canali social.

Sempre nell’ottica di promozione del marchio, nel 2018 prenderà il via la partnership tra La Caveja e la scuderia Villorba Corse, presente al campionato GT4 European Series con la Maserati GranTurismo MC. Da gennaio a maggio 2018, infatti, i primi migliori tre clienti della piadineria La Caveja avranno la possibilità di scendere in pista e provare insieme ai piloti la Maserati da competizione, ben 700 cavalli di pura potenza.

Infine, perché volersi sempre superare è insito nel DNA di La Caveja, dopo la fiera di Amsterdam verrà presentato un progetto riguardante la gastronomia tipica romagnola che va oltre le piadine, al momento però tutto rimane top secret.